Le mie prime esperienze

Ora, questo e’ un breve resoconto delle mie prime esperienze, si tratta di circa 20-30 partite, fatte tutte contro il computer su goban 9×9 dapprima e 13×13 poi, nel mese di gennaio-febbraio 2011.
Perche’ solo contro al computer?

  • perche’ sono pigro e misantropo, come ho detto prima, e quindi non mi va di andare ai ritrovi e intrattenermi con degli esseri umani
  • perche’ ho poco tempo e cosi’ non devo aspettare ne’ mettermi d’accordo con nessuno, con il computer comincio ed interrompo quando voglio.

In realta’, dovrei, prima o poi, passare a delle sfide con gli umani, nei vari forum i giocatori esperti lo raccomandano perche’, dicono, i programmi di go dopo un po’ sono ripetitivi.

Dovrei almeno seguire alcune partite su kgs, cosi’ posso smettere quando voglio … ma sono pigro!!

… bando alle ciance, comincio a raccontare come e’ andata.

Partite 9×9

Le partite su goban 9×9 assomigliano molto ai problemi che impari a risolvere leggendo libri e tutorial. Dopo 5-6 partite mi sono deciso a passare alle 13×13. Quindi non dico altro qui, si capira’ meglio nel prossimo paragrafo.

Partite 13×13

E qui la musica cambia!!

Da qualche parte ho letto che la differenza tra scacchi e go e’ come quella tra il gestire una singola battaglia e gestirne un insieme che rappresentino una guerra. Ebbene, finche’ giochi sul 9×9 ti concentri su delle areee piccole e ti sembra di giocare a scacchi, vinci lo scontro e hai vinto la partita, ma quando passi al 13×13 … be’  e’ diverso: vincere una battaglia non vuol dire affatto vincere una guerra! Devi imparare a gestire il territorio altrimenti le prendi di santa ragione.

Come faccio a spiegarmi? con un bell’esempio, ad esempio, in questa partita:

Partita del 7 Febbraio 2011

mi sono lasciato prendere dalla foga di battere il mio avversario (io tengo il nero) nell’angolo in basso a sinistra del goban e … quando ho pensato “ti ho fottuto!” mi sono reso conto che lui si era preso tutto il resto!!

Cosa succede in pratica: che tu ingaggi una specie di dogfight per impossessarti di una zona e il computer, ogni tanto, piazza una pietra da un’altra parte. E tu pensi: “insisto sulla zona e me ne frego, cosi’ acquisisco vantaggio” … dopo un po’ ti trovi come me, ad aver perso la partita in modo ignominioso.

A furia di perdere delle partite cosi’ ho iniziato a cambiare atteggiamento e finalmente:

Partita dell'8 Febbraio 2011
ho vinto (dopo 10 partite …)!!

Bene, che morale si puo’ trarre? che bisogna assolutamente seguire i “proverbi” del go (Cap 5 del libro di Backer, oppure Ten Golden Rules Of Go) perche’ sono veri.

In particolare, io ho imparato a mie spese “The greedy do not get success” :-) . Non “warpizzarti” su una micro battaglia ma soprattutto non concedergli il resto del goban, fai come lui e gioca ovunque!

Tieni i provebi da conto perche’ funzionano!! Ad esempio:

  • conta le liberta’
  • non intestardirti dietro ad una battaglia persa
  • pensa in grande: mentre combatti una micro battaglia cerca di delineare e costruire le tue zone di influenza anche su scala piu’ grande.

Bene, come sono messo adesso?

  • Gioco a livello 3
  • Spesso perdo perche’ ho la tendenza a non mollare l’osso quando una zona e’ persa
  • Devo anche imparare a capire quando una zona e’ mia, a volte penso che lo sia e poi lui si muove e me la frega: devo migliorare a pararmi il culo
  • a volte, ho la foga opposta a quanto detto prima: metto troppa carne al fuoco, intervengo in troppe zone e poi sono troppo debole in tutte … devo imparare a bilanciare gli sforzi.

Come proseguiro’:

  1. D’ora in poi i miei interventi saranno piu’ radi, come con l’esperienza, all’inizio si scoprono un sacco di cose nuove poi il ritmo cala
  2. Per migliorare, poi, dovro’: indagare kgs, vedere partite, giocare contro ad un essere umano e prima o poi passare a goban 19×19.

alla prossima puntata.

Share

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento